Per modificare questa pagina devi aver effettuato il login.
Accedi oppure Registrati


Tau Ceti

Tau Ceti.jpg


I Tau Cetiani possiedono vaste colonie all'interno del sistema stellare di Epsilon Eradanus; anch'essi di discendenza lirana, appaiono molto simili agli umani terrestri, sono alti attorno al metro e settanta e possiedono una corporatura alquanto solida dovuta alla gravità e al tipo di atmosfera del pianeta in cui si sono stabiliti, in fuga dopo l'attacco draconiano (vedi capitolo 3). Molto tempo fa' i Rigeliani tentarono di predisporre il loro pianeta ad una nuova invasione dei Draco. Allo scopo si doveva creare una variante della razza dei 'Grigi' utilizzando la genetica prelevata da giovani Tau Cetiani, i quali furono uccisi in gran quantità per poter prelevare da essi cellule ed ormoni utili alle sperimentazioni; la reazione fu estremamente violenta, e portò alla cacciata dei 'Grigi' e all'abbandono del progetto di colonizzazione da parte dei Draco. Tali avvenimenti sono la ragione dell'odio sempiterno che i Tau Cetiani nutrono verso la razza dei 'Grigi' che essi intendono distruggere, ovunque nell'universo.


Avendo infatti raggiunto la Terra sulle tracce dei 'Grigi' ivi residenti, i Tau Cetiani ripresero contatto con i popoli slavi da essi geneticamente manipolati (vedi capitolo 7) e, negli anni '50, firmarono un accordo con il governo dell'Unione Sovietica che concesse loro libertà di volo e l'uso di basi logistiche sui suoi vasti territori. Il loro scopo ultimo era aiutare l'URSS ad ottenere una posizione dominante sul pianeta, sterminare i 'Grigi' terrestri e, infine, accordarsi per una spartizione del potere su tutta la Terra. Si ritiene però che, di recente, i Russi abbiano cacciato i Tau Cetiani dal pianeta con l'aiuto di un'avanguardia dei Draco a cui hanno offerto un accordo simile [per quanto i Rettiloidi, da tempo immemorabile presenti sul pianeta, non siano più gli stessi dell'Impero Draconiano, potrebbe essere questa la vera ragione della smobilitazione dell'URSS e del conseguente riavvicinamento dei Russi agli Statunitensi, questi ultimi essendo la massima espressione dell'influenza rettiliana sulla Terra – N.d.T.].